Ansia

Pubblicato il Pubblicato in Patologie

L’ansia è una risposta positiva agli agenti stressogeni. In risposta ad essi produciamo una disbiosi intestinale che smantella il triptofano, che, essendo il precursore della serotonina, ne riduce la sua sintesi cerebrale. Questa riduzione è responsabile dello stato ansioso. E’ positiva in quanto la riduzione della captazione del triptofano avvantaggia quella del suo competitor, la tirosina, precursore di dopamina, noradrenalina e adrenalina.

Pertanto lo stato ansioso ci rende più agili, più furbi e più forti, per affrontare al meglio uno stato di pericolo.

L’ansia diventa patologica quando non siamo più in grado di gestirla, ovvero quando non riusciamo a ripristinare una corretta flora intestinale.

Si può immaginare l’intestino come una molla, continuamente in azione. Se si snerva non riesce più a ripristinare le condizioni iniziali.

Si può ridurre l’ansia con rimedi naturali:

Occorre rinforzare la molla intestinale mediante una corretta dieta e un corretto stile di vita.

Assunzioni di alfa-lattoalbumina aiutano a ripristinare una corretta flora intestinale, in quanto:

  • a) è la sieroproteina che la Natura ha selezionato per noi, mettendola nel nostro colostro con il compito di attivare i processi protettivi e nutrizionali dell’intestino.
  • b) sono note diverse azioni specifiche a livello intestinale: controlla il pH, stimola la secrezione di muco, il rilascio di prostaglandine, ha azioni antibatteriche intestinali, stimola lo svuotamento gastrico, etc
  • c) queste sue azioni fanno di essa un potente, quanto naturale, prebiotico intestinale in grado di ridurre i processi infiammatori
  • d) indurre infiammazioni intestinali in animali porta alla manifestazione di stati ansiosi.

 Ridurre l’infiammazione intestinale è il rimedio più naturale per ridurre stati ansiosi