lettera del Ferro all’uomo

Pubblicato il Pubblicato in blog

Carissimo,

ti scrivo in quanto preoccupato. Tu sai quanto lavoro importante svolgo nel tuo corpo, a bordo dei tuoi globuli rossi, anche se sono presente in piccole quantità (4-5 g) mi do molto da fare.

Metà di me è dentro gli eritrociti (globuli rossi), quando essi muoiono vengo recuperato dai macrofagi che mi ributtano nel sangue, 20-30 mg/die, in modo che possa salire a bordo di altri eritrociti. Mi piace molto essere a bordo degli eritrociti, tanto che nel plasma ci sono solo per circa 30 mg in tutto e sai che questa quantità non correla con quanto di me è presente nel tuo corpo. Ciò significa che non ti devi allertare quando vedi bassi livelli plasmatici.

Ci conosciamo da quando sei nato, è da allora che io sono con te, dato che lo scambio con l’esterno è solo dello 0.05%. Sai che non hai bisogno di assumerne molto dalla dieta, circa 1-2 mg die per compensare le piccole perdite, 0.5-1 mg/die.

Allora mi chiedo perché mi stai colpevolizzando di causarti un anemia, quella da carenza di Fe. Sei ingiusto, e lo sai, perché infatti sai che l’incidenza di bassi livelli di Fe è principalmente nelle donne (il 20%), soprattutto nelle donne in gravidanza (il 50%), come puoi giustificare che dipenda da fattori nutrizionali? Né tanto meno che le donne possano avere più emorragie interne degli uomini e ti ricordo che durante la gravidanza la donna non ha più il ciclo mestruale.

Certo che sei stato molto bravo a spegnere il cervello di chi ti sta ad ascoltare, anche un bambino delle elementari potrebbe capire l’assurdità di proporre mie integrazioni orali.

Ho sbirciato su i tuoi libri di testo di fisiologia dove scrivi, giustamente, che il mio ritorno nel sangue, principalmente dai macrofagi, è controllato dall’epcidina, quella piccola proteina che una infiammazione intestinale fa aumentare notevolmente, al che io non posso più tornare nel sangue.

Scrivi anche che mie somministrazioni orali infiammano l’intestino, quindi aumentano l’epcidina e bloccano il mio ritorno nel sangue.

Si lo so che tu sostieni che non occorre conoscere la fisica, la chimica e la matematica per fare il medico, ma dai, sarai capace a fare 2+2=4!!! Non esiste solo la matematica finanziaria.

Così facendo, mi fai odiare dalle donne, che più mi assumono oralmente più stanno male e meno di me hanno nel sangue.

Ti prego ragiona.

Con affetto, comunque

Il Ferro.