Problemi attuali

Pubblicato il Pubblicato in ginecologia

Oggi, con la PMA, forziamo i blocchi che la natura ha messo a difesa della salute della mamma e del bambino, senza rimuoverne ne capirne la cause.

Spesso il parto è inutilmente stimolato, spesso è fortemente medicato o addirittura cesareo, in questo modo il microbiota del neonato si trova ad essere simile a quello dell’ostetrica o di altro personale medico o paramedico.

Il mancato attraversamento del canale del parto e/o il mancato contatto pelle-pelle con la mamma, ritarda e ostacola il corretto passaggio di questo prezioso testimone che è il microbiota della mamma prima della gravidanza, custodito dalla mamma in chissà quale cassetto per la garanzia della salute futura del neonato, ma che le attuali pratiche mediche del parto ne ostacolano il passaggio al neonato o, forse, non molto valido in quanto la gravidanza è stata forzata in donne per le quali la Natura aveva precauzionalmente disposto una infertilità.

Oggi l’uomo si crede più forte della Natura: costruisce strade che tagliano i monti, ci costruisce case che vengono demolite dalle valanghe dovute ai tagli, da terremoti o maremoti. Ogni uragano, ciclone, alluvione,…, ci mostra la superiore forza della natura, ma passato l’uragano, riassorbita l’alluvione, l’uomo riprende a fare come prima, illudendosi di essere più forte,… fino al prossimo cataclisma.

Lo stesso avviene nella medicina dove l’uomo pensa di poter sconfiggere quanto posto in essere dalla Natura, senza capire che spesso questi blocchi sono a favore della nostra salute stessa e che forzarli senza nemmeno capirli e cercare di rimuoverli, ci rende più deboli, più malati.